Nello stadio delle "tute bianche": chi erano (e dove sono ora) i disobbedienti

Dentro lo stadio Carlini, il punto di ritrovo delle migliaia di "tute bianche", che qui dormirono, fecero dibattiti e partirono per i cortei. Jacopo Iacoboni analizza quel movimento, i disobbedienti, ma non solo: chi erano e cosa resta oggi delle loro idee? E dove sono finiti leader e simpatizzanti, da Casarini a Tsipras? Intervengono Beppe Caccia, oggi armatore della Mare Jonio e tra i fondatori del movimento dei disobbedienti, e Giovanni Favia, imprenditore, tra i fondatori del Movimento 5 Stelle, che all'epoca era tra i manifestanti. La riduzione del debito dei paesi poveri, la critica dell'austerity, la contestazione "no logo" alle multinazionali, ecco come le idee che uscirono da questo stadio per andare nelle strade di Genova sono arrivate fino a oggi.